Category Archives: Scavi paleontologici

Visite guidate allo scavo di Fontana Ranuccio: 3-14 agosto 2020

L’Istituto Italiano di Paleontologia Umana organizza un programma di visite guidate dal 3 al 14 Agosto 2020 presso Fontana Ranuccio (Anagni), uno dei siti preistorici più antichi d’Italia, in cui sono ancora in corso le ricerche (scarica la locandina).

Il sito di Fontana Ranuccio, scoperto nel 1976, è uno dei siti più noti anche a livello internazionale in quanto è stato teatro di eccezionali ritrovamenti che includono decine di manufatti fabbricati dall’uomo preistorico utilizzando sia la pietra ma anche le ossa degli animali, centinaia di fossili di fauna e quattro denti umani appartenenti ad un ominide estinto. La datazione, circa 400.000 anni fa, lo rende uno dei siti più antichi che continua a restituire ancora oggi sorprendenti reperti in un deposito archeologico e paleontologico che sembra non esaurirsi mai.

Un archeologo dell’Istituto accompagnerà i visitatori sullo scavo in corso d’opera in cui sarà possibile osservare i ricercatori al lavoro, le scoperte in tempo reale e ascoltare, osservando il paesaggio moderno, il racconto di come doveva essere il territorio naturale migliaia di anni fa, dove nel lontano passato vivevano elefanti, iene, leoni e ominidi tra i più antichi abitanti d’Europa.
Successivamente allo scavo, la visita guidata proseguirà presso l’Istituto Italiano di Paleontologia Umana dove i visitatori potranno visitare alcuni affascinanti ambienti: il laboratorio di restauro in cui sono conservati fossili e vari reperti provenienti da diverse aree; l’esposizione didattica inaugurata nel 2018 e la biblioteca intitolata alla memoria del prof. Aldo G. Segre che conta circa 10.000 volumi e 20.000 estratti.

PER INFO E PRENOTAZIONI:
Serena Vona – Referente Visite Guidate
Mail: infoarcheovisite@gmail.com
Tel. 371.4843533

logo eureka IsIPU

Eureka 2019: l’IsIPU all’Orto Botanico dal 2 maggio al 2 giugno

Un viaggio tra scienza e divulgazione alla scoperta dei Neanderthal di Roma e degli ambienti in cui vivevano. In particolare i 90 anni dal rinvenimento del primo reperto neandertaliano di Roma (il cranio fossile noto come Saccopastore 1) verranno celebrati con una mostra allestita presso l’Orto Botanico alla presenza di scienziati e divulgatori di eccellenza che ci accompagneranno in un viaggio affascinante nella storia prima di Roma.
A breve il programma dettagliato dell’iniziativa.

Coste San Giacomo 2013

Si sono conclusi il 22 settembre 2013 gli scavi dell’Istituto Italiano di Paleontologia Umana nel sito pleistocenico di Coste San Giacomo (Anagni) coodiretti da Fabio Parenti e Raffaele Sardella. Nel corso dello scavo, condotto in collaborazione con il  Dipartimento di Scienze della Terra della “Sapienza – Università di Roma”, sono venuti in luce  numerosissimi fossili di grandi e piccoli mammiferi di circa due milioni di anni fa. Fra essi spiccano per importanza  paleontologica due diverse specie di proboscidati, tre specie di cervi, gazzelle, ippopotami, carnivori come la tigre dai denti a sciabola e iene e, per la prima volta in Europa mediterranea, il lupo etrusco. E’ di grande rilevanza scientifica il ritrovamento di centinaia di resti di roditori e insettivori, importantissimi per la definizione dell’ambiente dell’epoca. Agli scavi hanno partecipato studenti dell’Università di Roma, volontari del territorio anagnino e specialisti di varie discipline. E’ stato notevole l’interesse suscitato nelle scolaresche; oltre 500 studenti infatti hanno potuto visitare i lavori in corso e rendersi conto della rilevanza internazionale dei giacimenti fossiliferi della valle latina e, in particolare, del territorio anagnino, Le ricerche sono finanziate dalla Banca di Credito Cooperativo di Anagni e dal Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica nell’ambito del progetto per la diffusione della cultura scientifica.